Attualmente sei su:

La nostra sede

GEMAL - ENERGIE RINNOVABILI ha sede a Pieve San Giacomo, pochi chilometri fuori Cremona, presso un edificio ad impatto zero completamente ideato, progettato e realizzato dal team tecnico interno aziendale.

 

Ma cosa vuol dire, in pratica  "Edificio ad Impatto Zero"?

 

Vuol dire realizzare un edificio con un bassissimo fabbisogno medio di energia per ogni metro quadro della struttura. Realizzare un “edificio passivo” è un processo che coinvolge diversi elementi. La “passività energetica” consiste nella capacità dell’edificio di consumare solo energia autoprodotta: ad esempio il calore generato dagli elettrodomestici o dall’attività umana in casa verrà immagazzinato per riscaldare l’ambiente. Questa caratteristica presuppone delle misure particolari: oltre a dotare la struttura di pannelli solari o impianti di raccolta dell’acqua, è necessario ad esempio costruire con materiali isolanti che proteggano dalle temperature esterne sia d’estate che d’inverno. Oltre all’autoproduzione energetica, infatti, un altro principio cardine della bioarchitettura è la minimizzazione degli sprechi e dunque l’abbassamento del fabbisogno di elettricità e gas. Anche il corretto posizionamento dell’edificio rispetto ai punti cardinali, per sfruttare al massimo luce e calore, è un aspetto fondamentale della costruzione passiva.

 

 Tutti questi elementi, oltre a tecnologie innovative sviluppate presso il nostro laboratorio interno di ricerca, sono stati applicati razionalmente dal nostro team di esperti per realizzare la nostra sede.

 

L'obiettivo realizzato: BASTA GAS METANO - ALLACCIO ALLA RETE ELETTRICA SOLO PER EMERGENZA

 

Un edificio a impatto zero è dunque efficiente, poco disperdente e dotata di un impianto di domotica per la razionalizzazione dei consumi. Ma questo non vuol dire rinunciare al comfort. Anzi, la climatizzazione a risparmio energetico ha un occhio di riguardo rispetto all'ambiente e alla salute di chi lo vive, utilizzando materiali di lunga durata e che garantiscono benefici a lungo termine sulla qualità di vita. Ovviamente, implementando le soluzioni sulla base di accurati piani di sostenibilità economica e di convenienza per il cliente.

 

  Da un punto di vista normativo i requisiti sono previsti dalla direttiva europea 31/2010, che distingue tra il parco di edifici esistenti e i cosiddetti Zero Emission Building, cioè quelli che consumano 0 kWh per metro quadro.

L’obiettivo comunitario è quello di arrivare a costruzioni il cui fabbisogno energetico (basso o quasi nullo) sia coperto in misura significativa da energia rinnovabile, meglio se prodotta in loco o nelle vicinanze.

 Sono proprio gli edifici a consumare la maggior parte dell’energia prodotta o acquistata in Europa: circa il 40% del totale viene assorbita da palazzi, ospedali, case private, uffici ed è la causa del 36% delle emissioni di CO2.

 

GEMAL - ENERGIE RINNOVABILI lo ha realizzato.

Viene a visitare l'edificio del futuro, perchè da Gemal, il futuro è di casa.

 

PUOI ANCHE PRENOTARE LA TUA VISITA CON UN NOSTRO CONSULENTE A DISPOSIZIONE